GLASSHANDMADE CHANNEL

Live or die………would otherwise ….continue to work or close

martedì, luglio 8, 2014 AT 03:07 PM

Premetto che con  questo post non voglio offendere nessuno, non voglio

dire assolutamente nulla se non quello che scrivo,  e quello che è attualmente

il mio pensiero,  che si sintetizza in pochissime righe …ma vorrei porre un

grosso quesito  lasciato al vento del web dove può eventualmente

essere raccolto condiviso, letto…… ma anche no !!

Per quanto ancora si potrà lavorare al vetro essendo artigiani in Italia e specialmente

nella  patria del vetro cioè nelle isole della laguna Veneziana   e circondario ???

Il ricambio generazionale non esiste, nessun giovane  si approccia al vetro

e sto parlando in particolare della lavorazione a lume … perchè quella io eseguo..

Le criticità (ho scritto apposta questa parola proprio perchè mi infastidisce sentirla)

sono molte elencarle sarebbe un’inutile strazio per le mie dita …..

Tutto ha un inizio e tutto un termine … nel mezzo di questi due eventi  temporali ci

stà chi ci crede e cerca di fare il suo lavoro al meglio, anche andando controcorrente,

e cercando di non perire  soffocato dal periodo storico in cui viviamo  ..

La mia non vuole essere una proposta ma solo una riflessione molto profonda

che non raggiungerà nessuno, se non chi per vivere ,  esegue un lavoro manuale

in proprio e da solo cioè un’artigiano!!

Forse per poter avere uno spunto su come invogliare i giovani, ad approcciarsi

a questo tipo di lavoro , e cercare di

fare tenere aperti i “vecchi”,

l’abbassamento dell’aliquota iva del 22% ad un 6%

per il comparto artigianato locale  sarebbe una mossa che  farebbe la differenza …

Il lavoro artigianale locale e prettamente italiano,  paragonato per quanto riguarda l’iva a

certi oggetti non di prima necessità, secondo il mio parere non può permettersi di possedere  lo

stesso ricarico  per quanto riguarda l’imposta sul valore aggiunto,

  di certi oggetti eseguiti interamente a macchina

(per esempio un televisore, una radiolina o un cellulare)..

Live o die … chissà se non cambia qualcosa sempre di più chiuderemo,

  .. e non resterà solo che parlarne,

e parlare .. cose che si stanno già facendo da anni !!!

2 Responses to “Live or die………would otherwise ….continue to work or close”

  1. marco de bernardis ha detto:

    buongiorno, sono artigiano in francia da 15 anni e da noi e la stessa cosa . Il problema e’ mondiale . mi piace molto il suo arte e ho gia comprato due topoline di vetre e vorrei venire piu spesso a venezia ma quando sei artigiano in francia non si puo’. Lavori primo per lo stato e poi provi a far vivere i tuoi….live or die ? Primo di 2016 i will be die . Ma prim devo venire

  2. Christian ha detto:

    Parole sante Mauro.
    Ho un azienda da 2 anni mi occupo di vetrofusione e di taglio ad acqua, appassionato anche di lavorazione a lume, età 37 anni, come vedi la passione per il cambio generazionale ci sarebbe anche, ma lo stato in cui viviamo sembra che goda a far chiudere le aziende, non so come andrà a finire, dobbiamo conoscerci assolutamente


Leave a Reply